Fanteria e marines sudafricani in Mozambico: rafforzato l’aiuto contro i jihadisti

Fino a ottanta mezzi corazzati della fanteria, una fregata e i marines a Cabo Delgado per la missione SAMIM

0
1939

Speciale per Africa ExPress
Sandro Pintus
Firenze, 8 marzo 2022

Il Sudafrica ha confermato l’estensione dell’Operazione Vikela all’interno della Missione SADC in Mozambico (SAMIM) fino al 15 aprile 2022. Lo ha comunicato il presidente sudafricano, Cyril Ramaphosa, al Parlamento. L’intervento dei militari sudafricani per aiutare il Paese confinante contro i jihadisti di Cabo Delgado continua. Questa volta anche con fanteria e marina.

fanteria militari sudafricani
Militari sudafricani

La pubblicazione del documento del Parlamento sudafricano è dello scorso 4 marzo. Il costo della missione è di 984 milioni di rand (circa 6 milioni di euro), lo stesso budget stanziato per i tre mesi precedenti.

La fanteria con il battaglione Combat Team Alpha

Per il dispiegamento in Mozambico la South African National Defence Force (SANDF) ha confermato che sta mobilitando il Combat Team Alpha. È un battaglione di fanteria che sostituirà parte dei militari delle Forze speciali che sono in Mozambico dall’agosto scorso, inizio delle operazioni SAMIM.

Secondo la rivista di difesa britannica Janes il contingente sudafricano in partenza comprende il II Battaglione di Fanteria motorizzato. Questo sarà coadiuvato da una compagnia e squadre apripista del I Battaglione Paracadutisti oltre a squadre di intelligence tattica.

Tra i 60 e gli 80 mezzi corazzati – in maggioranza Casspir – saranno inviati a Cabo Delgado per il trasporto truppe. La SA Air Force in Mozambico ha anche due elicotteri Oryx per il supporto aereo dei militari. Dopo la morte del primo soldato sudafricano, nel dicembre scorso, la SANDF sta spingendo per inviare anche elicotteri d’attacco Rooivalk.

Janes conferma che la Marina militare sudafricana (SA Navy) potrebbe schierare una delle sue fregate. Servirebbe per pattugliamenti al largo della costa di Cabo Delgado, coadiuvata dai marines del Maritime Reaction Squadron.

fanteria South African Maritime Reaction Squadron
South African Maritime Reaction Squadron, imarines sudafricani

Infiltrazioni jihadiste in Sudafrica

Il Sudafrica è già stato minacciato dall’ISIS nel caso di intervento in Mozambico contro i jihadisti di Cabo Delgado. La settimana scorsa, su segnalazione USA, nell’ex colonia britannica sono stati scoperti quattro sospetti finanziatori ISIS in Africa, compreso il Mozambico. Durante l’attacco a Palma, dell’aprile 2021, era stata confermata la presenza di jihadisti sudafricani.

Le infiltrazioni jihadiste in Sudafrica sembrano quindi reali. Pretoria dopo l’assalto jihadista a Palma aveva insistito per un immediato intervento armato sudafricano e SADC per sradicare i gruppi di terroristi in Mozambico.

Da luglio scorso 1495 militari sudafricani fanno parte della missione SAMIM. Oltre alle truppe SADC, ci sono anche mille soldati ruandesi. E il Sudafrica, che conosce il territorio meglio dei mercenari, dopo il Mozambico, sembra sempre più motivato a chiudere il conto aperto dai jihadisti a Cabo Delgado.

Sandro Pintus
sandro.p@catpress.com
Twitter:
@sand_pin
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vuoi contattare Africa ExPress? Manda un messaggio WhatsApp con il tuo nome e la tua regione (o Paese) di residenza al numero +39 345 211 73 43 e ti richiameremo. Specifica se vuoi essere iscritto alla Mailing List di Africa Express per ricevere gratuitamente via whatsapp le news del nostro quotidiano online.

 

Isis minaccia il Sudafrica: “Se aiutate il Mozambico veniamo da voi”

Mozambico: intervento militare contro i jihadisti. Il Sudafrica insiste sulla SADC

Mozambico, decine ammazzati dai jihadisti Disperata corsa per salvare gli ostaggi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here