In Zimbabwe turista tedesca uccisa da un elefante per una fotografia

Loghino africa express 2

Africa ExPress
Zimbabwe 28 settembre 2018

Le è stato fatale tentare di portarsi a casa una bella fotografia di un elefante. È successo mercoledì scorso in Zimbabwe – nel Mana Pools National Park, nel nord del Paese, verso la frontiera con lo Zambia – a una turista tedesca che si era allontanata dal suo gruppo in visita al parco.

Elefante in un parco fotografato dall'auto
Elefante in un parco fotografato dall’auto

La donna, 49 anni, è scesa dal pulmino per scattare una foto a un branco di elefanti che stavano entrando nel parco ma si avvicinata troppo. Uno dei pachidermi ha caricato investendola con la sua forza da quattro tonnellate. L’impatto è stato devastante per la donna che è morta poche ore dopo a causa delle ferite riportate.

Dopo l’incidente, Tinashe Farawo, portavoce dell’Autorità per la gestione della fauna selvatica e dei parchi dello Zimbabwe ha dichiarato: “Non sappiamo cosa abbia irritato gli animali che hanno provocato l’aggressione della donna ma ai turisti diciamo che devono tenersi sempre a distanza di sicurezza dagli animali selvaggi”.

Mappa del Mana Pool National Park in Zimbabwe (Courtesy Google Maps)
Mappa del Mana Pool National Park in Zimbabwe (Courtesy Google Maps)

Lo scorso anno, a Victoria Falls, in una località turistica a ovest dello Zimbabwe, un elefante ha caricato una guida turistica, uccidendola. Lo Zimbabwe, con 84 mila elefanti, è il secondo paese per numero dei pachidermi dopo il Botswana.

Non sono rari gli incidenti con gli elefanti, specialmente con la popolazione locale che toglie territorio a questi giganti delle savane per utilizzarli in l’agricoltura. Il pericolo viene soprattutto dalle femmine con i cuccioli che, se sentono il pericolo per i propri piccoli, diventano estremamente aggressive e pericolose.

Africa ExPress
@africexp

Please follow and like us: