Nuova via della droga dal Sudamerica all’Europa: due maxi sequestri in Burkina Faso e nel Golfo di Guinea

0
1186

Africa Express
27 maggio 2022

Anche in Africa sono giorni difficili per i trafficanti di droga. L’ufficio delle dogane del Burkina Faso ha annunciato di aver sequestrato 115 chilogrammi di cocaina il 19 maggio scorso, ma la notizia è stata diffusa solamente due giorni fa. I gruppi Jihadisti che operano nel Sahel e più a nord un tempo si finanziavano con il contrabbando di sigarette. Da una decina d’anni si sono raffinati e si dedicano a un traffico ben più redditizio: il traffico di droga.

Importante quantitativo di cocaina sequestrato in Burkina Faso

Secondo quanto riferito da  Sansan François d’Assise Kambou, direttore delle dogane nell’ovest della ex colonia francese, la preziosa merce del valore di quasi 11,5 milioni di euro, è stata trovata su un furgoncino immatricolato all’estero. Precisamente in Sierra Leone e era diretto verso il Ghana. La droga proveniente dal Sud America e probabilmente diretta in Europa prima di giungere in Burkina Faso aveva già attraversato due Paesi: la Guinea e il Mali. In base alle bolle di accompagnamento il veicolo avrebbe dovuto trasportare sacchi contenenti farina di manioca.

Ed è proprio il complesso tragitto del veicolo che ha messo in allerta i doganieri: la vettura avrebbe dovuto attraversare quattro Paesi per arrivare in Ghana, grande produttore di farina di manioca ha destato forte sospetti. Il furgoncino è stato così setacciato da cima a fondo non appena ha varcato la frontiera con il Burkina Faso e gli agenti hanno trovato la droga in nascondigli ricavati nel pianale del veicolo.

Il Burkina Faso occidentale è un crocevia del traffico di droga, proveniente dai Paesi costieri (dove arriva dal Sudamerica) verso il deserto saheliano e quindi l’Europa.

Stessa sorte è toccata a un peschereccio a largo delle coste occidentali dell’Africa. E’ stato bloccato da una fregata della marina francese. La nave militare pattuglia regolarmente quel tratto di mare nell’ambito della missione Corymbe, attiva dal 1990 per proteggere gli interessi del Paese d’Oltralpe nella regione e per controllare quel tratto di mare, particolarmente battuto dai pirati.

Marinai francesi a bordo della fregata che ha effettuato il sequestro nel Golfo di Guinea

Il natante, lungo 20 metri, è stato ispezionato sabato mattina dai marinai francesi. A bordo hanno trovato 1,7 tonnellate di cocaina, confezionate in balle. Il carico, del valore di oltre 50 milioni di euro è stato sequestrato. Purtroppo ancora non è stato rivelata la nazionalità dell’imbarcazione.

Africa ExPress
@africexp
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vuoi contattare Africa ExPress? Manda un messaggio WhatsApp con il tuo nome e la tua regione (o Paese) di residenza al numero +39 345 211 73 43 e ti richiameremo. Specifica se vuoi essere iscritto alla Mailing List di Africa Express per ricevere gratuitamente via whatsapp le news del nostro quotidiano online.

Mercantile svizzero attaccato da pirati in Nigeria

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here