Remote Life Support, corso di primo soccorso in ambienti remoti e impervi

Il corso si basa su due livelli e si tiene in un fine settimana: il 1° livello, sabato 17 ottobre 2020 e il 2° livello, domenica 18 ottobre 2020

Loghino africa express 2Africa ExPress
5 ottobre 2020

Il Remote Life Support (R.L.S.) con attestato e brevetto da portafoglio, è un corso di primo soccorso, secondo le norme dell’International Wilderness Medicine Standards (IWMS-standard internazionali di medicina in ambienti selvaggi).

Remote Life Support
Remote Life Support

Intervento in ambienti remoti ed impervi, con ospedali lontani e scarsi mezzi di soccorso. Il corso aiuta ad imparare la gestione del primo soccorso in situazioni estreme con tecniche di contingenza ed evacuazione anche in maniera non convenzionale.

Si basa su due livelli e si tiene in un fine settimana: il 1° livello sabato 17 ottobre 2020 e il 2° livello domenica 18 ottobre 2020. Interessanti gli argomenti trattati. Alcuni di questi sono: preparazione zona atterraggio elicottero per evacuazione; colpo di calore e di sole; shock; agenti veleniferi inoculati da morsus/contatto; gestione traumi; barelle di fortuna; segnalazione terra-aria-acqua e molto altro.

È un corso aperto a tutti ma è destinato soprattutto agli operatori umanitari; guide alpine; guide m.m.; giornalisti; fuori area; soccorritori; militari e anche turisti. Si tiene in Via dei Boschi, 9, a Pero (MI).

Per informazioni:
tel: 345 9681027
Scarica il volantino

Africa ExPress
twitter: @africexp

Giornalista dal 1979, ha iniziato l'attività con Paese Sera. Negli anni '80/'90 in Africa Australe con base in Mozambico e in seguito in Australia e in missioni in Medio Oriente e Balcani. Ha lavorato per varie ong, collaborato con La Repubblica, La Nazione, L'Universo, L'Unione Sarda e altre testate, agenzie e vari uffici stampa. Ha collaborato anche con UNHCR, FAO, WFP e OMS-Hedip.