Esplode un mortaio: morti in Mali due caschi blu olandesi

Speciale per Africa Express
Cornelia I. Toelgyes
Quartu Sant’Elena, 7 luglio 2016

Due caschi blu sono morti accidentalmente e un terzo è stato ferito in Mali. Tutti e tre sono di nazionalità olandese. La notizia è stata confermata con un comunicato da un portavoce della MINUSMA, la missione dell’ONU nell’ex colonia francese.

I due giovani, Kevin Roggeveld e  Henry Hoving, rispettivamente di ventiquattro e ventinove anni hanno perso la vita durante un’esercitazione in un campo da tiro situato a Kidal, nel nord del Paese, dopo l’esplosione di un mortaio.

General-Brigade-Herve-Gomart-Chef-etat-major-Force-minusma-onu-soldat-militaire-avion

Un terzo giovane olandese di soli ventitre anni ha riportato gravi ferite ed è stato ricoverato all’ospedale di campo dell’ONU a Kidal: è stato operato immediatamente. In seguito è stato trasferito nel nosocomio militare di Gao, la più grande città del nord dell’ex colonia francese.

Il tragico incidente si è verificato mercoledì intorno alle ore 10.00 locali. MINUSMA ha aperto un’inchiesta interna. Secondo una fonte africana che ha voluto mantenere l’anonimato, l’incidente si sarebbe verificato a causa di una manovra errata del mortaio.

I Paesi Bassi partecipano alla Missione MINUSMA dal 2014 con quattrocento uomini, quattro elicotteri Apache e tre elicotteri da trasporto Chinook.

KIDAL

MINUSMA è composta da oltre undicimila caschi blu, in supporto al governo maliano per contrastare i gruppi terroristi jihadisti attivi soprattutto nel nord del Paese, ritenuti anche responsabili degli assalti nella capitale Bamako, in Burkina Faso e nella Costa d’Avorio.

Dall’inizio della Missione MINUSMA nell’aprile 2013 ad oggi hanno perso la vita centotrè caschi blu.

Lo scorso mese il Consiglio di Sicurezza dell’ONU si espresso favorevolmente per un ulteriore invio di altri duemilacinquecento militari . Alcuni Paesi europei hanno promesso il loro appoggio a sostegno di quelli già in campo con truppe speciali e esperti di intelligence.

Al Qaeda nel Maghreb Islamico (AQMI) ha rivendicato un attacco a due siti dell’ONU alla fine di giugno. Durante l’assalto hanno perso la vita un casco blu cinese e tre civili; decine i feriti.

Cornelia I. Toelgyes
corneliacit@hotmail.it
@cotoelgyes

Please follow and like us: