Massacri, omicidi e violenze dei mercenari russi in Centrafrica: l’ONU indaga

Africa ExPress 7 aprile 2021 Un gruppo di lavoro di esperti indipendenti dell’Organizzazione delle Nazioni.

Featured Video Play Icon
I mercenari conquistano l’Africa: successo delle aziende che vendono sicurezza

Le maggiori aziende che portano i mercenari in giro per il mondo sono sudafricane, russe, tedesche, statunitensi, cinesi

Jihadisti in Mozambico
La Nigeria (esperta in Boko Haram) vuole aiutare il Mozambico contro i jihadisti

L’offerta si aggiunge a quella di almeno altri due Paesi: Stati Uniti e Portogallo

Marauder, blindato dei mercenari Paramount
Società civile mozambicana denuncia uso di mercenari “poca trasparenza e inutili”

“Oltre alla mancanza di trasparenza e responsabilità sui contratti, le compagnie militari private non sono in grado di fermare l’avanzata dei ribelli”…

Assistenza a bambini profughi arrivati a Pemba
Massacri jihadisti nel nord Mozambico: 350 mila profughi in fuga

Africa ExPress ha ricevuto da Cabo Delgado alcune foto e un video sui rifugiati arrivati a Pemba, in fuga dalla guerra. “Stiamo chiedendo a chi di dovere di fargli avere almeno un pasto al giorno” – dice un volontario

Mosca alla conquista della Repubblica Centrafricana regala armi e blindati

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 16 ottobre 2020 La presenza russa nella Repubblica.

Uomo con uniforme militare sta decapitando un cadavere in una fossa comune a Cabo Delgado
Mozambico, governo nega rapporto di Amnesty: nessuna tortura a Cabo Delgado

Amnesty International accusa il governo di violazione dei diritti umani e il ministero della Difesa smentisce le atrocità e le torture dei suoi militari a Cabo Delgado

Ribelli, mercenari, Paesi stranieri voraci: così il Centrafrica affonda

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 11 luglio 2020 Il Tesoro statunitense ha imposto.

Mozambico, casa bruciata durante l'occupazione jihadista di Mocimboa da Praia
Mozambico, il virus non ferma i jihadisti che occupano città nel Nord: morti e feriti

L’opposizione critica verso Filipe Nyusi: “Il conflitto ha raggiunto questo livello per la scarsa capacità di leadership del Presidente della Repubblica” e ne chiede le dimissioni

Mappa dell'agguato jihadista nel distretto di Macomia, a Cabo Delgado (Courtesy GoogleMaps)
Atrocità jihadiste in Mozambico: un bimbo decapitato, trucidati almeno 10 viaggiatori

L’agguato, il primo del 2020, è del 3 gennaio a Cabo Delgado, nell’estremo nord del Mozambico, nel distretto di Mocomia, tra Palma e Pemba