Roma va alla guerra in Medioriente: cannoni italiani per corvette israeliane

Speciale per Africa ExPress  Antonio Mazzeo 16 ottobre 2020 Saranno armate con cannoni made in Italy.

Israele: arrivano etiopi ebrei convertiti al cristianesimo, riconvertiti all’ebraismo

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 13 ottobre 2020 Il governo di Gerusalemme ha dato.

Cucchiarelli: “Ecco la verità su Ustica. DC9 abbattuto dalla sfiammata di un caccia”

Secondo la ricostruzione, l’aereo dell’Itavia trasportava due barre di uranio e per questo è stato tirato giù. Le fotografie dei vetri della cabina, dissolti e accartocciati dalle bruciature, mostrano chiaramente che la parte anteriore è stata carbonizzata

Cucchiarelli: “Here is the Truth about Ustica. DC9 Shot Down by the Flames of a Fighter”

According to the reconstruction, the aircraft of the Itavia was carrying two uranium rods and was pulled down. The photographs of the cabin glass, dissolved and crumpled by the burns, clearly show that the front part was charred.

italia israele nuovo accordo di cooperazione
Italia-Israele, affari e guerra: nuovo accordo di cooperazione industriale-militare

Speciale per Africa ExPress Antonio Mazzeo  23 settembre 2020 Dodici elicotteri per l’addestramento dei piloti.

Esplosione a Beirut bomba
L’esplosione di Beirut causata da una bomba atomica tattica al porto

Speciale per Africa ExPress Massimo A. Alberizzi e Monica Mistretta 8 agosto 2020 ENGLISH VERSION.

The Explosion in Beirut Caused by a Tactical Atomic Bomb Stored at the Port

Special for Africa ExPress Massimo A. Alberizzi and Monica Mistretta August 9th 2020 VERSIONE ITALIANA.

In piena emergenza Covid i voli Iran Air sbarcavano gli equipaggi nel focolaio Rimini

Speciale per Africa ExPress Massimo A. Alberizzi e Monica A. Mistretta Riccione, 4 luglio 2020.

Affari e salute: la cooperazione anti Covid-19 tra Qatar, Italia e Israele

Speciale per Africa ExPress Antonio Mazzeo 27 Giugno 2020 Si definisce “plasmaterapia” e per alcuni.

Israele autorizza l’arrivo degli ultimi 119 falascia dall’Etiopia

Avevano quasi accantonato ogni speranza, vivevano da anni in condizioni precarie e di povertà nei campi di transito di Addis Ababa e Gondar