Piantagioni di tabacco nello Zimbabwe: governo promette maggiore impegno nella lotta contro il lavoro minorile e la deforestazione

0
245

Africa ExPress,
29 aprile 2022

Alla fine di marzo si sono aperte le aste per la vendita delle foglie di tabacco nello Zimbabwe, Paese tra maggiori produttori al mondo.

Quest’anno il governo ha promesso un maggiore impegno nella lotta contro il lavoro minorile e la deforestazione, dopo le pressioni esercitate dai commercianti e operatori internazionali del settore, che hanno chiesto a Harare una produzione volta a proteggere sia i minori che l’ambiente.

Piantagione di tabacco in Zimbabwe

In un suo rapporto del 2018, Human Rights Watch aveva denunciatolo sfruttamento di minori nelle piantagioni di tabacco. Il fascicolo aveva evidenziato che i piccoli erano esposti a gravi pericoli per la loro salute, in quanto esposti a nicotina e pesticidi tossici. Molti minori accusavano sintomi da avvelenamento da nicotina per aver maneggiato le foglie di tabacco. I giovanissimi, secondo HRW, erano costretti a lavorare in condizioni dannose per la salute e la sicurezza personale, oltre a togliere tempo prezioso alla loro formazione scolastica.

La legge dello Zimbabwe prevede l’inserimento nel mondo del lavoro a partire dai 16 anni, i giovanissimi non possono però svolgere lavori pericolosi fino al compimento della maggiore età. Peccato che il legislatore abbia omesso di inserire la manipolazione di foglie di tabacco nella lista delle professioni a rischio.

La deforestazione, che ha raggiunto tra il 15 e il 20 per cento annuo, è dovuta ai piccoli coltivatori di tabacco, che non hanno la disponibilità economica per acquistare il carbone a legna o per connettersi alla corrente elettrica per essiccare le foglie di tabacco. Per rimediare, continuano a tagliare alberi nelle foreste vicine alle loro piccole piantagioni, e, bruciandoli, riescono a disidratare il prezioso raccolto.

Le autorità di Harare hanno lanciato recentemente una campagna di riforestazione che consiste nel consegnare ai contadini un certo numero di piantine di alberi da mettere in dimora nelle loro aree per creare nuove foreste.

Africa ExPress
@africexp
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vuoi contattare Africa ExPress? Manda un messaggio WhatsApp con il tuo nome e la tua regione (o Paese) di residenza al numero +39 345 211 73 43 e ti richiameremo. Specifica se vuoi essere iscritto alla Mailing List di Africa Express per ricevere gratuitamente via whatsapp le news del nostro quotidiano online.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here