Condannati a 5 anni di galera due transgender in Camerun

1
106

Africa ExPress
12 maggio 2021

Due transgender sono stati condannati a cinque anni di prigione in Camerun. Nel Paese i diritti LGBT (acronimo inglese per indicare le persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e transgender) non esistono. Loïc Djeukam, famoso influencer conosciuto con lo pseudonimo Shakiro e Roland Mouthé alias Patricia, sono in galera dallo scorso febbraio. Durante il processo che si è svolto ieri, entrambi i transgender sono stati dichirati colpevoli di tentata omosessualità, atti osceni in pubblico, errata identificazione e altro.

In base alle dichiarazioni degli avvocati difensori, le due persone condannate sarebbero state arrestate l’8 febbraio scorso a causa del loro abbigliamento. Gli attivisti dei diritti umani ritengono inoltre che siano stati condannati a causa della crescente criminalizzazione nei confronti di transgender e omosessuali in Camerun.

Ai due è stato inflitto il massimo della pena, oltre a un’ammenda di 200mila CFA( poco più di 300 euro). “E’ evidente che la loro condanna è una decisione politica”, ha dichiarato Alice Nkom, uno degli avvocati difensori che ha promesso di ricorrere in appello.

Il governo di Yaoundé non vuole assolutamente che l’omosessualità si diffonda nel Paese, giacchè il Camerun fa parte dei 30 Stati africani dove l’essere gay è considerato un reato. In molte di queste nazioni, i tribunali hanno già condannato persone a pene severissime per le loro preferenze sessuali.

Il mese scorso anche Human Rights Watch ha sostenuto che in Camerun sono in aumento gli interventi della polizia contro le minoranze sessuali. L’organizzazione sostiene inoltre che dal maggio dell’anno scorso sono state fermate almeno 53 persone.

E’ in atto una vera e propria persecuzione contro la comunità LGBT; chi è stato arrestato è anche stato sottoposto a esami anali forzati per confermare l’omosessualità e sono state effettuate vere e proprie retate in centri che garantiscono servizi sanitari a chi è stato contagiato dal virus dell’AIDS.

Africa ExPress
@africexp
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tanzania, pesante attacco ai gay e l’Unione Europea richiama il suo ambasciatore

1 COMMENT

  1. Con la guerra civil da circa 5 anni con piu di 3000 mortei stragi e villagi brucciati, non mi capacito della storia lgbt.Che sia meno importante <300morti per voi?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here