Somalia: l’aereo keniota in missione umanitaria abbattuto dalle truppe etiopiche

L’ammissione è stata resa pubblica poche ore fa

Africa ExPress
Mogadiso 9 maggio 2020

L’aereo keniota in missione per il trasporto di materiale sanitario per la lotta contro Covid-19 è stato abbattuto dalle truppe etiopiche di AMISOM (missione dell’Unione africana in Somalia).

L’ammissione è stata resa pubblica poche ore fa dal comando delle forze del III settore di AMISOM. Nel rapporto della Missione dell’UA ha specificato che le truppe etiopiche impegnate del controllo nella zona di Bardale non sono state informate dell’arrivo di alcun aereo civile per quell’ora. Inoltre l’avvicinamento all’aeroporto sarebbe avvenuto in modo anomalo, da ovest-est, mentre di regola l’atterraggio viene effettuato da est-ovest.

E’ nato dunque il sospetto che potesse trattarsi di un attacco kamikaze e l’aereo è stato abbattuto dai soldati etiopici.

Aereo keniota abbattuto in Somalia

In un primo momento la società keniota African Express Airways, proprietaria dell’Embraer bimotore turboelica, aveva comunicato che a bordo ci fossero 6 persone, mentre invece risulta che ce ne fossero solo 5. I corpi sono già stati ritrovati: si tratta di tre cittadini kenioti e di due somali.

AMISOM è presente in Somalia dal 2007, l’attuale comandante della missione è l’etiope Tigabu Yilma Wondlmhunean. Nel comunicato di poche ore fa rilasciato dal comando generale di Mogadiscio viene sottolineato che soldati di Ethiopian National Defence Forces (ENDF) stanziati nella zona di Bardale non sarebbero tutti militari accreditati a AMISOM. Tale ammissione potrebbe creare non pochi problemi legali e giudiziari. L’Etiopia è presente in Somalia con 4.395 uomini, la maggior parte di questi sono impegnati nel settore III della missione dell’UA.

Africa ExPress
@africexp

Abbattuto un aereo keniota in missione umanitaria in Somalia