L’ex tennista Becker per evitare il fallimento si appella all’immunità diplomatica

Faustin-Archange Touadéra, presidente della Repubblica Centrafricana, a sinistra, Boris Franz Becker, ex star del tennis, a destra

Loghino africa express 2Africa ExPress
Bangui, 16 giugno 2018

Boris Franz Becker, per anni tra i primi nel ranking dell’ Association of Tennis Professionals (ATP)  (associazione che riunisce i giocatori professionisti del tennis maschile di tutto il mondo), oggi cinquantenne e sommerso dai debiti, è stato dichiarato insolvente lo scorso anno. Becker non aveva mai rimborsato i prestiti che la banca privata londinese Arbuthnot Latham gli aveva concesso. Ora l’ex campione si appella all’imunità diplomatica per evitare un procedimento fallimentare.

Faustin-Archange Touadéra, presidente della Repubblica Centrafricana, a sinistra, Boris Franz Becker, ex star del tennis, a destra
Faustin-Archange Touadéra, presidente della Repubblica Centrafricana e Boris Franz Becker, ex star del tennis

Ieri i legali dell’ex asso del tennis si sono appellati all’immunità diplomatica del loro cliente davanti all’alta corte londinese per evitare la procedura di fallimento. Infatti nell’aprile di quest’anno Becker è stato nominato addetto diplomatico allo sport, cultura e affari umanitari presso l’Unione Europea da Faustin-Archange Touadéra, presidente della Repubblica Centroafricana.

I problemi giudiziari della ex star dello sport non sono pochi: nel 2002 è stato condannato a due anni di galera con la condizionale e un’ammenda di cinquecentomila euro in Germania per frode fiscale. Nel 2012 rinviato a giudizio in Spagna per debiti relativi alla costruzione della sua villa a Palma di Maiorca, immobile che in seguito è stato venduto all’asta. Sempre nel 2002 è stato inseguito dalla giustizia svizzera per non aver pagato l’onorario al pastore che aveva celebrato il suo matrimonio nell’esclusiva cittadina di Saint-Moritz. E oggi Becker è un giocatore professionista di pocker e diplomatico all’UE.

Becker un assiduo frequentatore delle aule giudiziare per ingenti debiti mai rimborsati, è anche rappresentante diplomatico della Repubblica Centrafricana, una dei Paesi più poveri al mondo, devastato da un sangunoso conflitto interno. Entrambi – Becker e Bangui – sull’orlo del precipizio, cercano di tendersi la mano l’un l’altro: la ex star con il suo impegno per promuovere lo sport e gli sportivi della ex colonia francese e Touadéra con l’immunità diplomatica.

Africa ExPress

Giornalista, vicedirettore di Africa Express, ha vissuti in diversi Paesi africani tra cui Nigeria, Angola, Etiopia, Kenya. Cresciuta in Svizzera, parla correntemente oltre all'italiano, inglese, francese e tedesco.