Etiopia: Abiy vince le elezioni (secondo gli USA truccate) e i tigrini vincono la guerra

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 11 luglio 2021 I risultati della tornata elettorale.

Sei mesi fa cominciava la guerra in Tigray: migliaia di morti e 2 milioni di sfollati

Africa ExPress 4 maggio 2021 Esattamente 6 mesi fa il primo ministro etiopico, Abiy Ahmed.

Tigray, atrocità infinite e rimpatriati in Eritrea i rifugiati scappati in Etiopia

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 26 aprile 2021 In Etiopia mancano all’appello 8.

Gli Stati Uniti chiedono l’immediato ritiro delle truppe eritree dal Tigray

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 11 marzo 2021 Migliaia di persone si sono.

Jihadisti in Mozambico
La Nigeria (esperta in Boko Haram) vuole aiutare il Mozambico contro i jihadisti

L’offerta si aggiunge a quella di almeno altri due Paesi: Stati Uniti e Portogallo

Etiopia: tragedia umanitaria nel Tigray senza cibo né protezione sanitaria

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 17 gennaio 2020 E continua la guerra nel.

giacimenti di gas - militari mozambicani
Mozambico, respinto attacco jihadista alle porte dei giacimenti di gas dell’ENI

Il governo mozambcano, dopo il fallimento dei mercenari russi per contrastare la violenza dei gruppi jihadisti, da febbraio si appoggia al Dyke Advisory Group e ora si serve anche di Paramount Group. USA e Portogallo offrono aiuto militare

Sud Sudan, Yemen, Nigeria: Natale tra carestia, guerre, conflitti e terrorismo

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 25 dicembre 2020 La nuova ondata di coronavirus.

Anche i famigerati janjawid arrivano all’assalto delle ricchezze del Centrafrica

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 25 ottobre 2020 Anche Ali Kushayb, ex comandante.

Sfollati a Cabo Delgado
Mozambico, violenza jihadista: 1300 morti e 250mila sfollati, e l’esercito chiede il pizzo

Mentre a Cabo Delgado, aumenta il numero degli sfollati, l’ISIS ha minacciato: “Se il Sudafrica intervenisse potrebbe esserci la reazione dello Stato islamico ad aprire un fronte di combattimento all’interno dei suoi confini”