Chimoio, Mozambico. Persone si affrettano ad attraversare un fiume per andare alla prima distribuzione di cibo più di due mesi dopo il ciclone. (Foto © courtesy Devon Cone, Refugees International)
Refugees International: Africa continente più colpito dai cambiamenti climatici

Le coste africane dell’Oceano Indiano saranno quelle maggiormente colpite dai cicloni causati dai cambiamenti climatici in atto. Idai e Kenneth sono un esempio. Lo svela un report di Refugees International

Eredità del dittatore Mugabe: lo Zimbabwe investito da una devastante carestia

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes Quartu Sant’Elena, 8 agosto 2019 Oltre 2,3 milioni.

Previsioni meteo BBC sul ciclone Kenneth in Mozambico (Courtesy BBC)
Mozambico: Kenneth a 270km/h: segnalati abusi sessuali in cambio di cibo

Secondo Unicef, per rispondere al ciclone da Kenneth, è necessaria una nuova operazione umanitaria su larga scala. Human Right Watch denuncia casi di abusi sessuali a madri single colpite dal ciclone Idai

Previsioni meteo dell'impatto del ciclone tropicale Kenneth della CNN (Courtesy CNN)
Sul Mozambico ancora un ciclone devastante: dopo Idai arriva Kenneth

Sei settimane dopo il pesantissimo impatto del ciclone Idai, arriva Kenneth, altro ciclone tropicale. A rischio 700mila persone nel nord del Mozambico. Tre morti nelle Comore

Vaccinazione orale contro il colera in Mozambico (Courtesy OMS)
Mozambico, Zimbabwe e Malawi: oltre mille i morti per il ciclone Idai

Al momento tra Mozambico, Zimbabwe e Malawi si contano oltre mille i morti. Nell’ex colonia portoghese aumentano i casi di colera e malaria. In pochi giorni sono state somministrate 800mila dosi di vaccino orale per fermare l’epidemia di colera

Sara, la bambina nata su un albero di mango in Mozambico (Courtesy Unicef)
Mozambico: Sara, la bambina nata su un albero a causa del ciclone Idai

Sara ha rischiato di non vedere mai la luce. Quando la mamma, Amelia, ha avuto le doglie era su un albero di mango per proteggersi dall’alluvione causata dal ciclone Idai

L'area colpita dal ciclone Idai e le due città mozambicane con i casi di colera (Map: Courtesy Google Maps)
Colera in Mozambico, il primo morto e migliaia di contagi dopo ciclone Idai

Secondo GAVI Alliance sono 1500 i casi di colera registrati tra la città portuale di Beira e Nhamatanda. Sono arrivate 900mila dosi di vaccino e sono iniziate le vaccinazioni. Il team di medici italiani sul posto, in tre giorni, ha curato 160 persone ed eseguito 11 interventi chirurgici

Vaccinazione contro il colera
Allagamenti nelle aree colpite dal ciclone Idai: scoppia il colera

Finora ci sono 271 casi di colera nella sola città di Beira. In arrivo dall’Organizzazione Mondiale della Sanità 900mila dosi di vaccino orale. Partiti anche i primi aiuti italiani con medici e un Posto medico avanzato di secondo livello

Immagine satellitare dell'alluvione causata dal ciclone Idai (Courtesy ESA)
Ciclone in Mozambico: fame e disperazione, assaltato deposito di cibo

Appello CUAMM: “Servono urgentemente kit per il primo soccorso negli ospedali da campo per garantire operazioni di emergenza e medicazioni per i traumi. Occorrono anche cibo, abiti, acqua potabile, materiale per la costruzione dei rifugi di emergenza”.

Area del ciclone Idai tra Mozambico, Zimbabwe e Malawi (Courtesy CNN)
Mozambico: mille morti per il ciclone Idai, pozzi inquinati e rischio di colera

Nel Mozambico centrale, per la furia del ciclone tropicale Idai, sono stati crollati ponti, strade e altre infrastrutture lasciando solo desolazione. Ora l’area colpita è a rischio colera, malattia endemica in tutta la zona