Somalia: il capo maltese del porto di Bosaso ammazzato dagli al-Shebab

Africa ExPress
Garaoe, 4 febraio 2019

Paul Anthony Formosa, di nazionalità maltese, è stato brutalmente ammazzato questa mattina a Bosaso nel Putand – regione semi-autonoma, situata nella Somalia nord-orientale, nelle zona del Nogal e del Corno d’Africa -, mentre si stava recando al lavoro. L’attentato è stato rivendicato poco fa dal gruppo terrorista jihadista al-Shebab.

Formosa, project manager della La Peninsular and Oriental Steam Navigation Company, società con base a Dubai, Emirati Arabi Uniti, è impegnata nello sviluppo del porto di Bosaso. La P&O è stata venduta dai britannici nel 2006 alla società Dubai Ports World per 3,9 miliardi di sterline.

Paul Anthony Formosa

Yusuf Mohamed, governatore della regione Bari nel Puntland, ha fatto sapere che il manager maltese è stato ucciso da due persone armate di pistole, travestite da pescatori. Formosa è stato colpito da diverse pallottole alla testa.

Trasportato immediatamente all’ospedale, è morto poco dopo a causa delle gravissime ferite riportate. La polizia ha fatto sapere di aver ucciso uno dei due killer, mentre il secondo attentatore è stato arrestato.

 

Abdiasis Abu Musab, portavoce degli al Shebab, ha specificato che avevano avvisato Formosa, che si trovava nel Paese in modo illegale. “Ma ha fatto finta di non sentire” , ha aggiunto Musab.

Il ministero maltese degli Esteri ha confermato la morte del loro connazionale a Bosaso.

Africa Express
@africexp

Notizia in aggiornamento

Please follow and like us: