Kalonzo Musyoka, corre con Raila: l’uomo dell’ombrello e della mezza arancia

sandro_pintus_francobolloSpeciale per Africa ExPress
Sandro Pintus
Firenze, 7 agosto 2017

“Wakati ni sasa” (il tempo è ora). Si presenta con uno slogan semplice, forse un po’ banale Kalonzo Musyoka candidato alla vicepresidenza del Kenya, assieme al candidato presidente Raila Odinga. Musyoka, classe 1953, è l’uomo del partito con l’ombrello, il Wiper Democratic Movement (WDM). È di etnia Kamba, circa 4 milioni di persone che vivono dell’area orientale del Paese e rappresentano quasi il 10 per cento della popolazione keniota.

Manifesto elettorale di Kalonzo Musyoka
Manifesto elettorale di Kalonzo Musyoka

Politico di lungo corso (è il parlamento dal 1985), Musyoka è stato vice presidente del Kenya dal 2008 al 2013 e nel governo durante la dittatura di Daniel arap Moi. Tra il 1986 al 2002, in pieno regime Moi, è stato ministro degli Esteri, ministro dell’Educazione e capo del dicastero del Turismo e dell’Informazione.

Con la presidenza di Mwai Kibaki, la prima dopo Moi, gli è stato affidato il ministero degli Esteri e poi quello dell’Ambiente. Dopo la sconfitta alle elezioni del 2007, nel gennaio 2008 Kibaki lo ha nominato vicepresidente affidandogli anche il Ministero degli Interni.

Il Wiper Democratic Movement è l’evoluzione dell’Orange Democratic Movement-Kenya (ODM-Kenya) che nel 2007, quattro mesi prima delle elezioni, si era separato dal Orange Democratic Movement di Raila Odinga. Il simbolo del partito di Odinga è l’arancia che Musyoka ha ripreso ma tagliandola a metà.

Raila Odinga (a destra) e Kalonzo Musioika
Raila Odinga (a destra) e Kalonzo Musioika

Non gli ha portato fortuna: solo il 9 per cento dei consensi degli elettori che hanno avuto parecchia confusione tra la scelta dell’arancia intera e la sua metà. Per una parte dei suoi ex colleghi di partito è stata scorrettezza per altri un tradimento.

Il simbolo del Wiper Democratic Movement e Kalonzo Musyoka
Il simbolo del Wiper Democratic Movement e Kalonzo Musyoka

Forse, a questo punto, l’unica alternativa non poteva che essere un ombrello aperto. Nelle passate elezioni politiche il WDM, con quasi 880mila voti, è entrato in parlamento conquistando 25 seggi su 349.

In questa campagna elettorale il Wiper Democratic Movement si presenta con il National Super Alliance-Nasa, una coalizione di cinque partiti di opposizione, il più importante dei quali è l’Orange Democratic Movement.

Sandro Pintus
sandro.p@catpress.com
Twitter: @sand_pin

Crediti immagini:
– Kalonzo Musyoka
By RaidarmaxOwn work, CC BY-SA 3.0, Link

Please follow and like us:

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi