Centrafrica, scuole occupate da gruppi armati: l’anno scolastico non comincia

1
358
Bambini mostrano disegni di armi

Africa ExPress
Bangui, 29 settembre 2016

L’UNICEF  denuncia che migliaia di bambini e giovani non hanno potuto cominciare l’anno scolastico nella Repubblica Centrafricana (CAR), perché gruppi armati hanno occupato scuole e impedito l’accesso in alcune zone della ex colonia francese. “Le scuole non fanno parte del conflitto, non sono coinvolte politicamente”,  ha spiegato  Donaig Le Du, capo delle relazioni con i media dell’UNICEF nella Repubblica centrafricana e ha aggiunto: “Non bisogna impedire a nessun bambino di frequentare la scuola durante i conflitti”.

Bambini mostrano disegni di armi
Bambini mostrano disegni di armi

I caschi blu di MINUSCA (la missione dell’ONU nel CAR) hanno ordinato ai gruppi armati che hanno occupato le scuole di liberare immediatamente gli edifici. In caso contrario li sgombreranno con la forza.Una scuola su cinque è chiusa, poco più di quattrocento,  ad un bambino su tre viene così negata l’istruzione per mancanza di insegnanti, per problemi di sicurezza o perché sfollato o profugo. (http://www.africa-express.info/2016/09/19/senza-pace/)

Un Paese senza pace. E come sempre, sono i bambini a pagare il prezzo più alto.

Africa ExPress

 

 

1 COMMENT

  1. […] Come in tutti i conflitti, sono i bambini a pagare il prezzo più alto. Malnutrizione, malattie, spesso orfani di uno, se non di entrambi i genitori, campi di accoglienza che molto difficilmente corrispondono agli standard richiesti e dove per la maggior parte delle volte le scuole sono inesistenti (http://www.africa-express.info/2016/09/29/centrafrica-scuole-occupate-da-gruppi-armati-lanno-scolast…). […]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here