Due attentati in Somalia, a Mogadiscio e Chisimaio: oltre 20 morti

Africa ExPress
Mogadiscio, 23 agosto 2015

Due attentati messi a segno ieri in Somalia hanno fatto almeno 21 morti. Un’autobomba è esplosa a Mogadiscio fuori da un ristorante del Juba hotel, molto vicino al Ministero della Sicurezza e frequentato da funzionari del governo e da militari, e ha provocato cinque morti e sette feriti.

Testimoni oculari hanno riferito di aver sentito anche degli spari. Per il momento nessuno ha rivendicato l’attacco.

ministero

A Chisimaio, il secondo porto del Paese a 520 chilometri dalla capitale e a un centinaio dal confine con il Kenya, invece, un terrorista ha fatto esplodere il minibus che aveva fatto entrare nel recinto della ex università ora adibita a centro addestramento reclute.

L’esplosione è avvenuta nella parte riservata all’addestramento dei militari sia dell’esercito sia delle milizie locali da parte dei caschi verdi dell’Unione Africana.

università

Secondo una prima ricostruzione il kamikaze è un disertore delle forze locali che è passato dalla parte opposta, cioè con gli al-Shabaab. Quasi tutti quelli che hanno cambiato casacca, sono stati addestrati da militari kenioti proprio in quella stessa base, che quindi conoscono bene. Sheikh Abdiasis Abu Musab, portavoce di al-Shabaab per le operazioni ha rivendicato l’attacco.

Testimoni oculari hanno riferito di aver sentito anche degli spari. Per il momento nessuno ha rivendicato questo secondo attentato.

Africa ExPress

Please follow and like us: