Elezioni in Namibia, le proiezioni rispettano le previsioni al primo posto lo SWAPO

Speciale per Africa ExPress
Cornelia I. Toelgyes
Quartu Sant’Elena, 30 novembre 2014

E’ quasi terminato lo spoglio delle schede del voto in Namibia, dove si sono tenute le elezioni generali venerdì 28 novembre: il partito al potere SWAPO, South West Africa People’s Organisation,  è in netto vantaggio. Le prime proiezioni lo danno come vincente, con l’81 percento.  il primo ministro uscente, Hage Geinob, ha ricoperto questo ufficio per due mandati ed ora si è candidato come presidente della repubblica. Il suo rivale più agguerrito è Hidipo Hamutenya, iscritto a SWAPO, finchè non ha formato un partito d’opposizione, sempre secondo le proiezioni, si sarebbe accaparrato un 7 percento.

coda per votareSi è recato alle urne il 53 per cento degli aventi diritto. Come succede spesso un po’ ovunque, anche qui, per un verso o l’altro, qualcuno ha boicottato le elezioni. Nel villaggio di Mahundu,  Katima Mulilo Rural Constituency, un centinaio di abitanti ha espresso il proprio malcontento non votando: gli scrutatori sarebbero arrivati con l’urna mobile solamente trenta minuti prima che si chiudessero le votazioni,

poster voto elettronicoDa qualche giorno sono presenti osservatori della Comunità di sviluppo dell’Africa Australe (Southern Africa Development Community). La missione guidata dal ministro degli esteri sudafricano Maite Nkoana-Mashabane ed è composta da 95 persone, suddivise in 23 gruppi e dispiegati nelle 14 regioni della Namibia.

Geinob è ben cosciente che la povertà incombe ancora nel Paese e che il servizio sanitario nazionale va rivisto; è assolutamente insufficiente per tutelare in modo appropriato la salute pubblica. Sarebbe il primo presidente del gruppo Damara, mentre il capo dello Stato presidente uscente, Hifikepunye Pohamba, è un ovamba, la più grande etnia della Namibia.

Nella tarda mattinata  di oggi sono state scrutinate il 41 per cento delle schede. In prima posizione, con l’81 per cento appunto, risulta Geinob. In seconda posizione con il 9 per cento, candidato del partito DTA (Democratic Turnhalle Alliance), McHenry Venaani, mentre in terza posizione troviamo Hidipo Hamutenya con il 7 percento (RDP: democrazia e progresso) con ora solo il 4 percento.

Cornelia I. Toelgyes
corneliacit@hotmail.it
twitter: @cotoelgyes

Please follow and like us:

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi