Dura repressione in Mali: la condanna dell’ONU e dell’Unione Africana

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 13 luglio 2020 L’Organizzazione delle Nazioni Unite e.

Pericolo jihadista si allarga nei Paesi del Golfo di Guinea: attacco in Costa d’Avorio

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 13 giugno 2020 E’ successo a Kafolo, nel.

Jihadisti armati con la bandiera dello Stato islamico davanti alla caserma di polizia di Quissanga
Mozambico, jihadisti massacrano 52 giovani che rifiutano di arruolarsi con loro

È stata la peggior carneficina da quando nell’ottobre 2017 è iniziata la violenza terrorista a Cabo Delgado

Sahel, Nigeria, Camerun: terroristi più attivi che mai in tempo di coronavirus

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 10 aprile 2020 I gruppi terroristi attivi in.

Algeria: stato islamico rivendica attentato a base militare nel sud del Paese

Africa ExPress 15 febbraio 2020 L’organizzazione terrorista stato islamico (EI) ha rivendicato l’attentato kamikaze del.

Miliziani, morbillo, ebola, inondazioni, prigioni sovraffollate: il Congo-K nel caos

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 3 febbraio 2020 Un vero e proprio bollettino.

Altro attacco dei terroristi shebab in Kenya: ammazzati 4 scolari a Garissa

Africa ExPress 8 gennaio 2020 I terroristi somali non danno tregua. Ieri sono nuovamente entrati.

Natale di sangue in tutto il Sahel: attacchi terroristi in Burkina Faso, Mali e Niger

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 27 dicembre 2019 Il Niger non conosce tregua..

Niger, massacrati oltre 70 militari, la peggior carneficina dei jihadisti dal 2015

Speciale per Africa ExPress Cornelia I. Toelgyes 12 dicembre 2019 Settantuno militari uccisi, 12 feriti,.

Seppellimento di alcune vittime del terrorismo contro le minoranze cristiane in Burkina Faso
Burkina Faso, continuano gli attacchi jihadisti alla minoranza cristiana

“Il mondo deve guardare a quanto accade in Burkina Faso. Le potenze occidentali devono fermare chi commette questi delitti, anziché vendere loro le armi che usano anche per uccidere i cristiani”. È l’accusa di un vescovo burkinabé