A novant’anni distribuisce i suoi giornali da solo nel deserto Karoo in Sudafrica

0
973

Africa ExPress
10 gennaio 2023

A 90 anni suonati, l’editore Frans Hugo percorre settimanalmente 1.200 chilometri attraverso il deserto Karoo in Sudafrica, per consegnare i suoi giornali: “The Messenger “, “ Die Noordwester“ e “Die Oewernuus “, in afrikaans, una delle 11 lingue ufficiali del Paese.

Sudafrica: l’editore 90enne Frans Hugo distribuisce i suoi giornali nel deserto del Karoo

Con un piccolo asciugamano sulle ginocchia per evitare scottature, qualche uovo sodo e un thermos pieno di caffè, l’anziano signore sale sulla sua vecchia berlina a Calvinia, una cittadina di meno di 3.000 anime nel mezzo di un vasto e selvaggio territorio nel sud del Paese, per distribuire le sue gazzette.

Frans svolge questo compito da oltre 40 anni e, se dovesse ritirarsi, i suoi giornali probabilmente scomparirebbero insieme a lui.

E’ meticoloso, parte sempre all’1.30 per far ritorno casa dopo 18 ore di viaggio, in compagnia di una vecchia radio transistor incastonata nel volante, visto che quella originale, in dotazione alla macchina, non funziona più da tempo. “Parto ogni settimana con la regolarità di un metronomo. Smetterò quando non sarò più in grado di farlo fisicamente”, ha precisato.

Villaggio nel Karoo, Sudafrica

“Mi fermo in tutti piccoli villaggi”, ha confidato ai reporter di AFP. Con l’aiuto del bastone scende dalla vettura e deposita una pila di giornali in varie località. Recentemente alcuni luoghi di questa landa deserta hanno avuto un certo afflusso di nuovi abitanti, come artisti, persone solitarie, eccentriche, in fuga dalla frenesia delle grandi città, ma appassionati lettori della carta stampata di Frans.

Anno 1932, Frans Hugo è nato a Città del Capo, dove ha lavorato come giornalista per circa 20 anni, poi per altri 10 nella vicina Namibia. “Abbiamo sgobbato giorno e notte. A un certo punto non ho più sopportato una tale pressione e perciò mi sono trasferito nel Karoo”, ha raccontato l’arzillo vecchietto.

“Poi un giorno un tipo di Calvinia mi ha chiesto se fossi interessato all’acquisto della sua tipografia. Mia figlia ha detto subito sì, entusiasta dell’idea e pure io lo sono stato. Ho pensato di aiutare lei e mio genero in questa nuova attività. Purtroppo, dopo pochi mesi loro due si sono stancati, allora mi sono rimboccato le maniche e da allora porto avanti da solo tutto la baracca”, ha proseguito Frans nel suo racconto.

Vecchia stampante “Heidelberg”

Il Messenger è stato fondato nel 1975, mentre gli altri nei primi anni del 1900. Frans, sua moglie e tre dipendenti continuano a stampare questi giornali, in un momento in cui in tutto il mondo la stampa cartacea stenta a sopravvivere nell’era digitale. Questi settimanali di otto pagine riportano per lo più notizie locali in afrikaans (lingua ereditate dai coloni olandesi), solo occasionalmente appaiono un articolo o una pubblicità in inglese.

Il vecchietto con una folta criniera bianca, non ha simpatia per coloro che cercano l’informazione in internet. “Certo anche noi ora stampiamo meno copie, settimanalmente non più di 1.300.

La redazione e la tipografia assomigliano a un museo con la vecchia macchina da stampa Heidelberg e le ghigliottine (macchine per tagliare la carta), abbandonati praticamente ovunque negli ultimi trent’anni, per far spazio ai computer.

“Non ho idea di cosa ne sarà del nostro piccolo gruppo editoriale tra cinque o dieci anni. Ma non sono preoccupato. Finchè avrò le forze, gli abitanti di Karoo riceveranno ogni settimana le notizie su carta stampata in afrikaans”, ha concluso il giornalista.

Africa ExPress
@africexp
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Vuoi contattare Africa ExPress? Manda un messaggio WhatsApp con il tuo nome e la tua regione (o Paese) di residenza al numero +39 345 211 73 43 e ti richiameremo. Specifica se vuoi essere iscritto alla Mailing List di Africa Express per ricevere gratuitamente via whatsapp le news del nostro quotidiano online.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here