Published On: Fri, Jan 5th, 2018

Madagascar, arrivano i cicloni: allarme rosso per Ava

GiorgioDal Nostro Corrispondente
Giorgio Maggioni
Antananarivo, 4 gennaio 2018

Mercoledì 3 gennaio 2018, è cominciata ufficialmente la stagione ciclonica nell’emisfero sud con il battesimo della prima tempesta tropicale. Ava, questo il nome accordato, si è cominciata a sviluppare a nord-est delle isole Seychelles sulla fine del dicembre scorso, per raggiungere solo ieri lo stadio di tempesta tropicale moderata.
 
Ma già quest’oggi i segni di allerta verso un possibile sviluppo fino al livello di ciclone sono ormai chiari con un aumento delle raffiche di vento fino a 140 chilometri all’ora e un possibile sviluppo ancora incerto, ma che fa prevedere un netto peggioramento.
 

 

Ciclone tropicale

Ciclone tropicale

Se in effetti la perturbazione tarderà ancora qualche ora a entrare sulla terraferma, ritardando oltre le prime ore di domattina, il sistema arriverà sicuramente al livello di ciclone e i danni previsti saranno ancora maggiori. Per il momento si riscontrano forti piogge a livello della parte centrale della costa est del Madagascar con raffiche di vento ancora molto limitate; un ingrossamento dei fiumi è da prevedersi nelle prossime ore e come conseguenza difficoltà negli spostamenti.
 
Il governo ha già dichiarato l’allarme rosso per molte regioni costiere e a ridosso della costa e si aspettano notizie sullo sviluppo della rotta tenuta da questa perturbazione. Al momento si prevede che scenda lungo la costa est, inizialmente nelle zone appena all’interno del Paese, per poi ritornare in mare all’altezza di Manakara.
 
Queste sono in gran parte le stesse zone colpite nel 2017 dal grande ciclone Enawo, che causò la morte di quasi 100 persone e che diede un duro colpo all’economia delle regioni a carattere prevalentemente agricolo.
 
Giorgio Maggioni
giorgio@mymadagascar.it
 @my_madagascar
Rate this post

This post has already been read 7201 times!

About the Author

- Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.