Tunisia altro attacco dei terroristi : saltato il pullman della guardia presidenziale

144839623021_contentSpeciale per Africa ExPress
Cornelia I. Toelgyes
Quartu Sant’Elena, 24 novembre 2015

Oggi pomeriggio un pullman della guardia presidenziale è saltato in aria nell’ avenue Mohamed V, una delle principali arterie del centro di Tunisi. L’esplosione si è verificata non lontana dal Ministero del Turismo e a pochi passi dall’edificio che ospitava il l’RDC (acronimo francese per  Rassemblement constitutionnel démocratique), partito dell’ex-presidente Ben Ali.

Il portavoce dell’ufficio presidenziale, Moez Sinaoui, ha confermato che si è trattato di un attentato, il bilancio provvisorio ufficiale è di dodici morti e diciasette feriti.

Una fonte vicina alla presidenza ha fatto trapelare che probabilmente l’esplosione è stata causata da un kamikaze che si trovava all’interno del veicolo. Ulteriori accertamenti e indagini sono ovviamente ancora in corso.

4816714_6_f647_2015-11-24-9b6d581-5800820-01-06_412e2e431bf4b4440dc043e9fd982a15

Bejei Caid Essebsi, presidente della Tunisia, ha proclamato lo stato d’emergenza e proclamato il coprifuoco nella capitale. Il primo commento ufficiale proviene da Firas Guefrech, consigliere del presidente. “E’ una scena da guerra. Atroce. Hanno voluto colpire la Repubblica”.

Il Paese è ancora scosso dai precedenti attentati: il 10 marzo la strage al Museo del Bardo che ha causato la morte di ventiquattro persone; il 26 giugno il tremendo attacco terrorista in un albergo vicino a Sousse durante il quale sono state uccise trentotto persone, per lo più turisti inglesi e per ultimo; un secondo attacco, sebbene minore, commesso a sempre a Sousse, da non sottovalutare anche se è quasi passato inosservato (http://www.africa-express.info/2015/08/20/altro-attentato-sousse-tunisia-ucciso-un-poliziotto/).

Per il momento non è giunta nessuna rivendicazione da parte dei responsabili.

Cornelia I. Toelgyes
corneliacit@hotmail.it
@cotoelgyes

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi