Trovati oltre 40 teschi umani a casa di un italiano in Burundi

Massimo A. Alberizzi
8 novembre 2013
Più di 40 teschi umani sono stati trovati a casa di un italiano che vive in Burundi da parecchi anni, Giuseppe Favaro. Lo ha appreso Africa ExPress da una telefonata di un giornalista burundese che ha voluto mantenere l’anonimato. Favaro era stato arrestato Mercoledì mentre stava per spedire in Tailandia un pacchetto che conteneva due teschi. Si era presentato agli agenti con il none di Kassim Abdouiagiani: solo oggi è venuta fuori la sua vera identità: nome e nazionalità.

I due crani sequestratiIn Burundi non c’è ambasciata italiana. La competenza è della nostra legazione a Kampala, in Uganda. Non ci sono altri dettagli sull’operazione della polizia: non si sa da dove vengono teschi, né perché erano diretti nel Paese asiatico.
Cercheremo di dare altre notizie appena possibile

Massimo A. Alberizzi
massimo.alberizzi@gmail.com
twitter @malberizi

In alto Giuseppe Favaro e in Basso i due teschi sequestrati all’aeroporto di Bujunbura

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi