Le domande irrisolte del Westgate e le risposte esilaranti del ministro degli interni keniota

Massimo A. Alberizzi
15 novembre 2013
L’attacco al centro commerciale Westgate di Nairobi è ancora carico di misteri non risolti: quanti sono i morti? Quanti erano i terroristi? Come hanno fatto a entrare nel complesso? Chi ha fatto crollare l’area del parcheggio sul terrazzo che ha travolto due piani del supermercato Nakumatt e perché? Chi è rimasto sotto le macerie? Una cosa è certa. I negozi che erano rimasti intatti durante la battaglia sono stati saccheggiati dalle forze dell’Ordine, polizia o forze speciali.

Molte domande non hanno ancora ricevuto una risposta. I quotidiani e l’opinione pubblica keniota, a quasi un mese di distanza dell’attentato, si interrogano ancora su cosa sia veramente successo al Westgate quel 21 settembre e nei quattro giorni successivi. Alle domande, durante l’attentato e subito dopo, i politici kenioti hanno risposto in modo contraddittorio e equivoco.

Ecco qui uno dei campionari di dichiarazioni attribuite al ministro dell’interno Joseph Ole Lenku. Alcune, sono vere, perché le ho sentite in televisione. Altre mi paiono inventate, tanto sembrano paradossali. Ma siccome talvolta la realtà supera qualunque fantasia, non mi meraviglierei se fossero vere.

“All the terrorists were men, except about three women”

“We killed all the terrorists even though we have not seen their bodies”

“No police officer looted anything from the Mall. All the goods had been removed by the terrorists by the time we arrived”

“That tunnel was guarded by the police and no one would pass through it. However, we suspect those who were arrested at the airport used it to escape”

“I can’t confirm what I always say” – “No terrorist escaped from the mall, but we arrested some of them at the airport”

”We’re on the final assault. We want to confirm whether the attackers died or they are pretending”

“We managed to kill 3 to 5 terrorists but we can’t confirm how many were killed by gun.”

“We’re in control of all the floors – It’s only on the 2nd floor that we’re facing resistance.”

“We managed to kill all the 5 terrorists, they were 15 in number ”

“A few gun shots were heard but I confirm that those were popcorns being roasted by onlookers!”

Massimo A. Alberizzi
massimo.alberizzi@gmail.com
twitter @malberizzi

Nella foto il ministro degli interni Joseph Ole Lenku

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi