Giovane manifestante picchiato dalle forze di sicurezza, medicato dopo gli scontri (courtesy BBC)
Zimbabwe, forze di sicurezza accusate di omicidio e stupro durante le proteste

Omicidio, stupro e tortura le accuse alle forze di sicurezza. Pesante il bilancio della repressione alle manifestazioni di gennaio: dodici morti, centinaia di feriti e mille e cento arresti. Governo accusato di essere diventato uno stato di polizia. Gli avvocati chiedono il ritorno allo stato di diritto e processi equi per le centinaia di persone incarcerate