Autore: Sandro Pintus

Giornalista dal 1979, ha iniziato l'attività con Paese Sera. Negli anni '80/'90 in Africa Australe con base in Mozambico e in seguito in Australia e in missioni in Medio Oriente e Balcani. Ha lavorato per varie ong, collaborato con La Repubblica, La Nazione, L'Universo, L'Unione Sarda e altre testate, agenzie e vari uffici stampa. Ha collaborato anche con UNHCR, FAO, WFP e OMS-Hedip.

Manifestazione in Tanzania
Dopo le elezioni in Tanzania resa dei conti contro i partiti dell’opposizione

Amnesty International denuncia: “Uccisioni, torture e detenzioni arbitrarie di membri dell’opposizione all’indomani delle elezioni”. In manifestazioni pacifiche utilizzate anche armi con munizioni vere che hanno ucciso almeno 22 persone

Iene banchettano con una carogna
Zimbabwe, uomo divorato dopo essere stato aggredito in casa da branco di iene

È accaduto la scorsa settimana a Mvuma, nell’area delle Midlands, 200 km a sud della capitale dello Zimbabwe, Harare. Zimparks: “…sovrappopolazione di animali, aggravata dalla distruzione dei loro habitat a causa dei cambiamenti climatici”

Stephane Grappelli
Libri: “In viaggio con il mio violino”, autobiografia di Stéphane Grappelli

Africa Express Roma, 20 novembre 2020 di Maria Silva “In viaggio con il mio violino”.

Libertà di Stampa - Hopewell Chin'ono
Zimbabwe, stretta su libertà di stampa: giornalista in prigione di massima sicurezza

L’ultima vittima è Hopewell Chin’ono, giornalista pluripremiato di fama internazionale e detenuto nella terribile Chikurubi Prison

Violenza jihadista, mappa di Cabo Delgado
Macelleria jihadista in Mozambico: decapitate 53 persone, anche minori e una donna incinta

È successo tra il 31 ottobre e il 4 novembre nel distretto di Muidumbe, 100 km a sudovest di Mocimboa da Praia, a Cabo Delgado, estremo nord del Paese. L’ONU shockato per la strage jihadista

Assistenza a bambini profughi arrivati a Pemba
Massacri jihadisti nel nord Mozambico: 350 mila profughi in fuga

Africa ExPress ha ricevuto da Cabo Delgado alcune foto e un video sui rifugiati arrivati a Pemba, in fuga dalla guerra. “Stiamo chiedendo a chi di dovere di fargli avere almeno un pasto al giorno” – dice un volontario

Jihadisti mentre fanno uno dei loro proclami a Cabo Delgado
Giornalisti svelano i traffici dei jihadisti in Mozambico: traffico di organi e rubini

I jihadisti a Cabo Delgado reclutano giovani che addestrano ad ammazzare. “Prendono parti del corpo umano, gole, ossa, genitali. Le vendono per avere soldi e sostenere la guerra in Mozambico e in altri paesi”

Bonomado Machude Omar, alias Ibn Omar (Courtesy CJI Moz)
Ecco chi sono e cosa fanno i capi dei tagliagole nel nord Mozambico

I tre capi jihadisti conoscono troppo bene il territorio. “Likonga beve sangue umano. Vendono polmoni, cuore, reni e genitali umani delle vittime”, affermano fonti CJI.

Uno dei post del gruppo Facebook Shakira Junior Lecticia
Giornalisti investigativi in Mozambico scoprono l’account FB usato dai jihadisti

A Cabo Delgado il gruppo Shakira Júnior Lecticia dei jihadisti per gli assalti: “Attenzione, l’attacco è oggi…dopo 4 settimane di riposo”…

CJI Profughi in fuga via mare da Mocimboa da Praia a causa degli attacchi jihadisti
Un gruppo di giornalisti investigativi svela i nomi dei capi jihadisti in Mozambico

Sono tre i nomi di spicco rivelati da un’indagine del Centro de Jornalismo Investigativo del Mozambico (CJI Moz). I jihadisti di Ahlu Sunnah Wa-Jammá hanno coperture nelle Forze di difesa e sicurezza mozambicane (FDS). Dove sono finite le armi comprate dal figlio dell’ex presidente e le uniformi sparite?