“Generazione Senza Padri. Crescere in Guerra in Medio Oriente”

Speciale per Africa Express
m.a.a.
Milano, 26 marzo 2020

Non avevo mai tempo di leggere il libro di Gaja Pellegrini Bettoli fino ad ora. Immobilizzato come tutti e costretto a stare a casa l’ho iniziato e senza rendermene conto l’ho letto in poche ore.

“Generazione Senza Padri. Crescere in Guerra in Medio Oriente” (Castelvecchi, 2019) colpisce per l’originalità e per il contenuto privo di luoghi comuni. Partendo dall’Algeria e proseguendo per la Striscia di Gaza, il Libano, Israele e l’Iraq il testo offre profondi spunti di riflessione e approfondimenti – a volte anche comici- sulla vita quotidiana in questi paesi.

Un libro che non annoia e non pretende di insegnare ma che porta il lettore all’interno della quotidianità di questi luoghi con ironia e intelligenza. Un testo senza finti eroismi e che dissacra i luoghi comuni. Il racconto informato di una giornalista che ha vissuto in quest’area per 5 anni e che porta il lettore con sé senza cadere nelle trappole delle semplificazioni o dell’autoreferenzialismo.

m.a.a.

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi