Concorso in tutte le scuole del mondo (anche africane) di lettura dantesca

Paola Garifi
Milano, 1° marzo 2015

Rileggere i versi di Dante ai giorni nostri e con l’ausilio dei nuovi media, per riscoprire l’attualità della Divina Commedia e la sua capacità immutata di parlare a tutte le generazioni. E’ questo l’intento del premio di Lettura Dantesca promosso da Loescher editore e dall’Accademia della Crusca per il terzo anno consecutivo. L’edizione 2015 del premio “La Selva, il Monte, le Stelle” apre le porte alle scuole di tutto il mondo, rivolgendosi per la prima volta anche a chi studia italiano all’estero.

Negli ultimi anni si è registrata una presenza sempre più importante della lingua italiana in Africa, soprattutto nella sua parte sub-sahariana. Attraverso il premio “La Selva, il Monte, le Stelle” gli studenti africani che studiano la lingua italiana, quindi, potranno dilettarsi nell’iiniziativa di completare la lettura dell’intera Divina Commedia: ogni partecipante (singolo studente, gruppo, classe o scuola) potrà “prenotare” uno dei canti disponibili dell’Opera non ancora realizzati nelle precedenti edizioni, leggerlo o recitarlo, e quindi caricare il filmato sul sito www.loescher.it/dante entro il 13 aprile 2015.

DivineComedyFresco A

Nella scorsa edizione, quattro studenti egiziani dell’Università del Cairo e dell’Università al-Azhar (anche questa nella stessa capitale) hanno inviato il loro contributo, ricevuto la menzione d’onore nel corso del Salone del Libro di Torino.

Shahed Gamil, Amr Abd el Hakim, Ahmed Mohamed Ali, Mohamed Khalafalla – questi i nomi dei quattro studenti – guidati da Lucia Bonato, hanno letto e cantato versi della Commedia, a testimonianza di quanto sia ancora oggi attuale e universale il messaggio del Sommo Poeta, e sono stati poi invitati all’evento “All’ombra delle Piramidi”, uno dei principali appuntamenti della quarta edizione di Dante 2021, realizzato in collaborazione con il Premio di lettura dantesca “La selva, il monte, le stelle” di Loescher Editore e con l’Istituto Italiano di Cultura del Cairo.

I contributi dell’edizione 2014 hanno attualizzato la Divina Commedia, mettendo in scena un contemporaneo Inferno Party o trasformando i versi danteschi nel videogioco Super Dante Bros, dimostrando la capacità di destreggiarsi tra i grandi classici della letteratura e l’impiego dei nuovi media.

“Dante si rivela ogni anno la chiave che permette agli studenti di lavorare per competenze e di mostrare le loro capacità creative –  spiega Marco Griffa, Direttore Generale di Loescher Editore – e questo ci incoraggia a riproporre l’iniziativa e a perseguire l’ambizioso obiettivo di far rileggere interamente le tre Cantiche della Divina Commedia”.

STATUA DI DANTE

Ogni filmato sarà sottoposto a una triplice giuria, composta da Loescher, dal Comitato scientifico dell’Accademia della Crusca e da quella popolare: chiunque, collegandosi al sito dante.loescher.it potrà esprimere la propria preferenza. I tre vincitori riceveranno un premio in denaro di 1.000 euro da devolvere a una ONLUS, e la premiazione avrà luogo a maggio in occasione del XXVIII Salone Internazionale del Libro di Torino. In caso di vittoria da parte di concorrenti non residenti sul territorio italiano, l’importo sarà devoluto a Emergency.

Paola Garifi
garifi.paola@gmail.com

Please follow and like us:

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi