Traffico di bambini in Niger: in fuga il presidente del parlamento

Nostro Servizio Particolare
Cornelia I. Toelgyes
Quartu Sant’Elena, 29 agosto 2014
Il presidente dell’assemblea nazionale del Niger, Hama Amadou, scappa in Burkina Faso, dopo che la sua immunità parlamentare è stata revocata mercoledì scorso nell’ambito dell’inchiesta sul traffico di bambini. 

Hama Amadou era stato eletto presidente dell’assemblea nazionale praticamente all’unanimità nel 2011 (un solo voto contrario). Amadou è convinto che l’inchiesta sul traffico dei bambini deve essere letta in chiave politica e nega qualsiasi accusa.

Babies 2Molte delle donne che ora si trovano in prigione, tra cui mogli di politici di spicco, hanno dichiarato di essere in dolce attesa, prima di partire per la Nigeria per poi ritornare nel proprio Paese con un figlio, nato durante il viaggio all’estero.

Il corrispondente della BBC in Niger, Baro Arzika, afferma che il presidente Issoufou ha cercato in tutti modi di destituire Amadou dalla carica di presidente dell’Assemblea nazionale, da quando è passato ad un partito dell’opposizione nel 2013.  E’ considerato il maggiore rivale dell’attuale presidente nelle prossime elezioni del 2016.

Daouda Mallam Marthe, un vice-presidente dell’assemblea nazionale e membro del partito al potere (Party for Democracy and Progress) ha volute sottolineare :”Non è stato facile per nessuno di noi votare per la revoca dell’immunità parlamentare”.

“Riteniamo che per l’onore e la rispettabilità delle nostre Istituzioni, Amadou deve essere a disposizione dei giudici che conducono l’inchiesta per poter essere interrogato ”, ha aggiunto Mohamed Ben Omar, membro dell’ufficio politico del parlamento che ha autorizzato l’indagine.

Cornelia I. Toelgyes
corneliacit@hotmail.it
twitter: @cotoelgyes

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi