Kenya, la rimonta di Raila su Kenyatta, un bug del computer rallenta il conteggio dei voti

DAL NOSTRO INVIATO
NAIROBI
– Continua il conteggio dei voti in Kenya, ma i risultati provvisori sono stati falsati da un bug del computer che aveva assegnato un malloppo di preferenze a Uhuru Kenyatta, a discapito dell’altro candidato, Raila Odinga.

Kenyatta sembrava indirizzato verso una vittoria strabiliante. Aveva raggiunto il 55 per cento dei voti espressi, mentre Odinga si era assestato sul 42. Sono partite le proteste del CORD, l’alleanza elettorale di Odinga e stamattina Kalonzo Musioka, il candidato alla vicepresidenza nel ticket con Odinga, durante una conferenza stampa, aveva espresso serie riserve sui conteggi elettronici dei voti, i cui risultati provvisori davano in vantaggio, grande vantaggio Kenyatta.

A metà giornata la Commissione elettorale indipendente aveva constatato che il sistema elettronico del conteggio era andato in crash. E così a tarda sera il risultato è mutato radicalmente. I voti di Kenyatta sono saliti a 3.522.327 ma scesi al 48,7 per cento, quelli di Odinga saliti a 3.299.391 e al 45,6 per cento. I risultati riguardano 163 circoscrizioni elettorali su 291. Siamo ancora lontani quindi dalla fine dei conteggi.

In questo momento si prevede che i due candidati principali (i contendenti sono 8) siano destinati al ballottaggio, in programma l’11 aprile.

Sono però cominciate le violenze nei quartieri periferici di Nairobi, A Kibera ci sono stati scontri fra diverse fazioni.

Si temono disordini anche a Mombasa dove gruppi musulmani hanno deciso di boicottare le elezioni e minacciato ritorsioni contro chi vota.

Massimo A. Alberizzi
twitter @malberizzi
massimo.alberizzi@gmail.it

Please follow and like us:

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi