Moda italiana e designer africani sempre più vicini

Speciale Per Africa ExPress
Luisa Espanet
Milano, 24 settembre 2021

Continua il legame tra la moda italiana e gli stilisti africani in una Milano Fashion Week (dal 21 al 27 settembre) puntata sempre di più sull’inclusione e la sostenibilità. Due i progetti. Il primo, alla terza edizione, è la Black Lives Matter in Italian Fashion, nato dalla collaborazione tra Camera Nazionale  della Moda  Italiana e Black Lives Matter in Italian Fashion Collective.

Questa volta sono stati scelti cinque talenti BIPOC (Black Indigenous People of Color) tutte donne che hanno frequentato scuole  di moda in Italia, di cui due africane.  Nyny Ryke Goungou di Lomé capitale del Togo, laureata al Naba di Milano, definisce la  sua collezione ethical chic, per la scelta dei materiali, tutte fibre naturali, e la lavorazione studiata con le artigiane del Togo.

I capi sono leggeri, dalle linee sciolte, con dettagli sartoriali, nei colori forti della sua terra ma con tagli influenzati dal vestire giapponese.

Diversissima la collezione  di Zineb Hazim di Fkih Ben Saleh, Marocco, studiata per la business woman musulmana.  Una rivisitazione di abiti della cultura e dell’estetica islamica in una chiave valorizzante. Con grande uso di tessuti maschili come il Principe di Galles, femminilizzato da flash di colore.

Un modello della collezione Nyny Ryke Goungou

L’altro progetto, Fashion Bridges – I ponti della moda, presentato nel Fashion Hub di Camera Moda è realizzato  con  l’Ambasciata d’Italia a Pretoria, Sud Africa e la scuola Polimoda di Firenze.

Da vedere quattro piccole collezioni, da uomo e da donna, più espressioni di creatività che pezzi realmente portabili. Ognuna di queste è nata dal lavoro in coppia, ma a distanza, di uno studente dell’istituto fiorentino con un giovane designer della South African Fashion Week.

In questa prima tappa del progetto gli stilisti africani sono stati ospiti della Fashion Week milanese, mentre a ottobre i quattro studenti italiani saranno in Sud Africa per la Fashion Week di Johannesburg.

Luisa Espanet
l.espanet@gmail.com

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi