Autobus contro una mina in Guinea Bissau: oltre 20 morti

Africa ExPress
29 settembre 2014

Almeno venti persone sono rimaste uccise in Guinea Bissau quando un bus ha colpito inavvertitamente una mina.  Fonti ufficiali hanno asserito che probabilmente la mina si trova lì dal lontano 1970, quando si combatteva la guerra per l’indipendenza da Portogallo, che il Paese raggiunse dopo la caduta del regime del dittatore Salazar, solamente il 10 settembre 1974.

mappa 2L’esplosione è avvenuta venerdì, nel nord della Guinea Bissau, a 60 chilometri dalla capitale, quando il veicolo era in viaggio tra Bissora ed Encheia. I passeggeri stavano andando a un funerale.

Fonti della polizia che hanno chiesto di mantenere l’anonimato, hanno riferito ai reporter della BBC che diciannove persone hanno perso la vita sul colpo al momento dell’esplosione, mentre altre due o tre sono morte  durante la notte  per le ferite riportate.

Nessun commento, per ora, da parte del nuovo governo, che si è insediato solamente qualche mese fa, dopo le elezioni che si sono tenute all’inizio dell’anno. Un governo eletto democraticamente, dopo l’ultimo colpo di Stato del 2012.

Dall’indipendenza, nessun presidente è riuscito a portare a termine il suo mandato.  Instabilità, colpi di Stato hanno preso sempre il sopravvento.

MinaIl nuovo governo cerca di mettere in atto una serie di riforme che dovrebbero portare nuova vita in un’economia in totale declino e trasformare il Paese in uno Stato di diritto.

La Guinea Bissau è a metà strada tra il Brasile e la Spagna e il narcotraffico ( soprattutto cocaina) fa  tappa nel Paese. Nella capitale Bissau la corruzione è la moneta corrente.

Africa ExPress

 

Please follow and like us:

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi