Riek Machar annuncia: “Sono io il capo della rivolta in Sud Sudan e le mie truppe controllano i campi di petrolio”

Massimo A. Alberizzi
22 dicembre 2013
Il generale James Koang, comandante della guarnigione militare di Bentiu, in Sud Sudan, ha preso il microfono della radio locale è ha dichiarato la sua fedeltà al vicepresidente defenestrato nel luglio scorso, Riek Machar. In qualche modo questo conferma quando dichiarato da Machar alla BBC: “Le mie truppe controllano i campi petroliferi di Unity State (di cui Bentiu è la capitale, ndr) e sono io il comandante della rivolta”.

Che Unity State (ricco di giacimenti petroliferi) e Bentiu ci fossero stati scontri tra i soldati fedeli al presidente dinka Salva Kiir e quelli nuer di Riek Machar era stato anticipato ieri di Africa Express, dopo che nel capoluogo alcuni residenti contattati dal nostro stringer a Juba avevano confermato scontri e violenze.Carri ONU

Unity State è uno dei territori più delicati del Sud Sudan. La maggioranza della popolazione è nuer la minoranza è dinka. A nord confina con il Sudan e i suoi campi petroliferi fanno gola a tutti: al vicino settentrionale e ai leader politici delle altre etnie sud sudanesi

Ora la situazione è tragicamente più chiara: il tentativo della diplomazia di fermare l’escalation non è riuscito e il Sud Sudan è in piena guerra civile. Adesso, al massimo, si tratta di fermarla.

Massimo A. Alberizzi
massimo.alberizzi@gmail.com
twitter @malberizzi

Please follow and like us:

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi