Cambiano in Somalia i vertici Shebab, Godane diventa responsabile per l’Africa orientale

Massimo A. Alberizzi
15 agosto 2011

Radio Risaala, una stazione indipendente somala, ha annunciato un cambio di leadership nell’organizzazione Al Shebab, cioè gli integralisti islamici che combattono il Governo Federale di Transizione e il suoi alleati.

Ibrahim Haji Jama Me’ad Afghan conosciuto come Abu Bakar al-zayli’I è stato nominato nuovo leader del gruppo militare mentre l’ex capo, Shekh Muktar Abdirahman Abu Zubeyr, detto Ahmed Godane, sarà il nuovo coordinatore di Al Qaeda nell’Africa Orientale.

SHEBAB IN MOTOFonti vicine al gruppo ribelle – sostiene Radio Risaala – hanno raccontato che la nomina di Ibrahim Haji risale alla fine del 2010 ma che è stata congelata per evitare spaccature all’interno del gruppo dirigente del movimento estremista islamico. Ora comunque il nuovo leader ha preso in toto la responsabilità di Al Shebab.

Ibrahim Haji Afghan sarà il terzo capo del gruppo fondato nel 2004. Il primo è stato Aden Hashi Aeru, ammazzato dagli americani con un missile lanciato nella casa in cui dormiva a Dusa Mareb il 1° maggio 2008. Aeru nel 1993, per un breve periodo, è stato autista del Corriere della Sera. Alla sua morte ha preso le redini del movimento islamico lo sceicco Muktar Robow, detto Abu Mansur, che comunque aveva solo un ruolo ad interim.

Un’altra emittente, questa volta vicina agli shebab, Radio Andalus, ha raccontanto che l’ex leader del gruppo Hizbul-Islam e attualmente una sorta di presidente onorario di al-Shabaab, lo sceicco Hassan Daher Aweys, ha visitato le zone della Somalia colpite dalla carestia. Ha aperto campi di raccolta degli sfollati e centri di distribuzione del cibo.

Shek Hassan ha lanciato un appello ai commercianti somali perché aiutino “i loro fratelli musulmani”.

 Massimo A. Alberizzi
massimo.alberizzi@gmail.com
twitter @malberizzi

Please follow and like us:

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi