La corte suprema della Mauritania ordina: “Scarcerate i due militanti antischiavisti”

0
432
Biram Dah Abeid

Africa Express
Nouakchott, 18 maggio 2016

La Corte Suprema della Mauritania ha ordinato martedì scorso la scarcerazione immediata dei due militanti anti-schiavismo, Biram Dah Abeid e Brahim Ould Ramdane.

Nell’agosto del 2015, Amnetsy International aveva lanciato un appello per l rilascio immediato degli attivisti contro la schiavitù.

Biram Dah Abeid
Biram Dah Abeid

A Abdeid e Ramdane erano stati inflitti  due anni di detenzione dalla Corte d’Appello di Aleg  nel gennaio 2015, per appartenenza ad un’organizzazione non riconosciuta dal governo mauritano, assembramento non autorizzato, istigazione a manifestare e resistenza a pubblico ufficiale.

[embedplusvideo height=”339″ width=”550″ editlink=”http://bit.ly/25bT8U9″ standard=”http://www.youtube.com/v/uUg7gUn50vA?fs=1&vq=hd720″ vars=”ytid=uUg7gUn50vA&width=550&height=339&start=&stop=&rs=w&hd=1&autoplay=0&react=1&chapters=&notes=” id=”ep5427″ /]

Alioune Tine, direttore per l’Africa occidentale e centrale di Amnesty International, ha salutato favorevolmente la decisione della Corte suprema. Infatti  i delitti a loro ascritti sono punibili con un solo anno di detenzione, secondo la legge mauritana.

Tine ha sottolineato: “Questa nuova sentenza dovrebbe far riflettere le autorità del Paese: basta con l’inasprimento contro gli attivisti dei diritti umani, come per esempio il blogger Mohamed Mkhaïtir, detenuto perché ha espresso in modo pacifico la propria opinione”.

Africa ExPress

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here