Convoglio di caschi blu cade in un’imboscata in Mali: uccisi 9 nigerini

Nostro Servizio Particolare
Cornelia I. Toelgyes
Quartu Sant’Elena, 5 ottobre 2014
Due giorni fa è stato attaccato un convoglio logistico del corpo di pace in Mali.  Una quarantina di militari, in viaggio tra Muneka e Ansogo , nella regione del Goa, nel est del Paese,  stati attaccati da uomini armati in motocicletta, nove militari del Niger sono stati uccisi, ha riferito il portavoce dell’ONU Stephane Dujarric.

un Peacekeeper.jpg.pagespeed.ic.T_Z-TsJP2WDall’estate del 2013 sono presenti circa novemila uomini del corpo di pace United Nations Multidimensional Integrated Stabilization Mission in Mali (MINUSMA), la risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU nr. 2164 del giugno di quest’anno ha autorizzato la loro presenza nel Mali fino al 30 giugno del prossimo anno e comprende oltre novemila uomini tra militari e forze di polizia internazionali. Il Niger partecipa a MINUSMA con seicento uomini da gennaio 2013.

Una fonte ufficiale di MINUSMA Niger ha dichiarato che il Movimento per l’unicità e il Jihad nell’ Africa occidentale (MUJAO) avrebbe stretto un’alleanza con un gruppo di fulani della regione nella quale ha avuto luogo l’attacco. Uno dei sopravvissuti conferma che sono stati attaccati da un gruppo di militanti del MUJAO.

Durante una trasmissione televisiva locale il presidente del Niger , Mahamadou Issoufou ha fortemente condannato il vile atto, ma ha confermato che le truppe del suo Paese avrebbero continuato la loro missione di pace nel Mali con MINUSMA per combattere il terrorismo.

caschi blu 1Dal canto suo il Consiglio di Sicurezza dell’ONU, tramite il segretario generale dell’ONU Ban Ki-moon ha asserito che sono state violate una serie di leggi internazionali: “Sono stato offeso dall’attacco in Mali venerdì scorso”, ha aggiunto e chiede ai gruppi armati presenti nella zona di far fede alla promessa fatta e di collaborare con le forze dell’ONU.

In un comunicato stampa MINUSMA ha dichiarato: “E’ il peggiore attacco avvenuto finora. Abbiamo impiegato le forze aeree per mettere in sicurezza la zona”.

In luglio è stato ucciso un mercenario francese nella stessa zona (http://www.africa-express.info/2014/07/16/altro-legionario-francese-ammazzato-mali-e-il-nono/). In anno e tre mesi, vale a dire da quando MINUSM è attivo in Mali, sono stati uccisi 26 militari del corpo di pace.

Cornelia I. Toelgyes
corneliacit@hotmail.it
twitter @cotoelgyes

Please follow and like us:

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi