Pilota militare eritreo scappa con il suo jet a Gibuti

29 dicembre 2013
Un pilota dell’aviazione militare eritrea, Habtom Kahsay,  è scappato con il suo bombardiere a Gibuti e ha intenzione chi chiedere asilo politico in un altro Paese. Secondo informazioni raccolte da Africa ExPress, si tratta dello stesso pilota che nel 1998 allo scoppiare della guerra con l’Etiopia si alzo in volo da Asmara e bombardò la scuola elementare e l’asilo a Makallè, in Tigrai.

Il 2013 è stato un anno di fughe di piloti militari dall’ex colonia italiana, governata da una durissima dittatura: sono almeno 10 gli ufficiali che sono scappati, molti dei quali in Arabia Saudita. A inizio dicembre anche la nazionale di calcio eritrea, che era impegnata in un torneo internazionale a Nairobi, ha chiesto asilo politico e non è rientrata in patria.

 

Please follow and like us:

Corrispondente dall'Africa, dove ho visitato quasi tutti i Paesi